Proposte di concerti

Due sono le tipologie di concerti che il gruppo propone:

1- Balkan, klezmer & gipsy music

Ghetto Klezmorim è il concerto “antologico” del gruppo Barbapedana dedicato alle musiche ebraiche e zingare dell’Europa Orientale, con un approccio  libero, creativo, filtrato da una sensibilità moderna,  sempre attento però a rispettare pienamente le radici del materiale trattato, perfettamente consapevole del valore culturale del patrimonio riproposto.

Il repertorio  è tratto dall’omonimo recente cd antologico “Ghetto Klezmorim”, nonché dai  tre Cd “Sherele”, “Yol” e “Ziveli!” contenenti musiche balcaniche, zingare e klezmer

Note di presentazione al Cd “Ghetto Klezmorim”: .…”Dai canti che sono qui presentati deriva appunto un messaggio di speranza e – malgrado tutto – di fiducia. Esso parte dalle bocche dei diseredati, ma rappresenta un dono inestimabile per tutti, se e in quanto vogliono libertà, eguaglianza di diritti, giustizia.Sono canti rivolti a tutti coloro i quali credono fermamente che la società umana possa raggiungere questi traguardi; solo che lo voglia…”

Dott. Amos Luzzatto – Ex Presidente Comunità Ebraiche Italiane

Recensione del cd “Ghetto Klezmorim” – Klezmer antirazzista

Barbapedana è un gruppo del trevigiano che da molti anni si dedica alla musica dei Balcani e dei popoli migranti, dal klezmer ashkenazita, alle musiche zingare: un universo che più soffre più sembra coltivare musiche straripanti di vitalità.

Da una regione critica in materia di intercultura, un appassionato messaggio antirazzista.

Giordano Montecchi – “L’UNITA’” di domenica 8 febbraio 2008

Con:

Francesco Bernardi:          violino, mandòla, tambùre slave, voce

Pia Coppe:                            voce
Mauro Gatto
:                       batteria, derbuka, chitarra

Adolfo Silvestri:                  basso elettrico
Christian Tonello:               fisarmonica, voci ritmiche
Renato Tapino:                   clarinetto, sax soprano, gajda, flauto di pan, voce

2 – Musiche dal Mondo

… Un repertorio ampio e variegato, sulla base di musiche e canzoni popolari provenienti da Italia, Grecia, Europa dell’Est, Scandinavia, Armenia, Messico, Spagna, Stati Uniti… Uno spettacolo che si arricchisce di giorno in giorno di nuove sonorità/voci/lingue e che ha riscosso il successo del Parlamento Europeo nel Novembre 2008…

 

RECENSIONE DEL GIORNALE  “IL TREVISO” – 1 dicembre 2008

Bruxelles. I Barbapedana, unico gruppo italiano invitato, mette sui tacchi i deputati europei.

“ E’ finita con un girotondo di deputati europei l’esibizione della band trevigiana Barbapedana nella Sala dei Ricevimenti del Municipio di Bruxelles. Invitato dal Parlamento Europeo per una tre giorni dedicata al dialogo interculturale, il gruppo trevigiano ha catturato l’attenzione delle 27 delegazioni con musiche balcaniche, scandinave, italiane, tzigane, cantando in veneto, armeno, inglese, bulgaro e persino in “romanesh”,  “per far sentire ognuno un po’ a casa propria”, dicono i Barbapedana, che hanno raccolto il ringraziamento pubblico di Luc Van den Brande, presidente del Comitato delle Regioni ed ex primo ministro belga.

Alla fine, euforia collettiva sulle note di una lunga suite zigana…

Torna all'inizio