Il Viaggio di Zanabdul

“Il Viaggio di Zanabdul…”

spettacolo vincitore del Nurmina International Festival of Professional Theatre 2019

di  Ben Guerir / Marocco

di Abdellah Ajouguim e Renato Tapino

  Un Viaggio, una Storia, un Esodo dall’esito incerto che nei secoli ha visto come poveri ed affamati protagonisti milioni di veneti, italiani, europei… che ora si trovano di fronte al dubbio e all’incertezza tra accoglienza e respingimento dei nuovi immigrati.

con

 Abdellah Ajouguim, attore e regista

 Renato Tapino, musiche dal vivo

 

 Lo spettacolo

 Il Viaggio di Zanabdul è un racconto tra il reale e l’immaginario di una persona che questo viaggio l’ha fatto veramente, approdando in Italia con i barconi ormai molti anni fa e incontrando, come i migranti di altri tempi, le stesse miserie, le stesse paure, la stessa fame… ma anche nuove speranze in un futuro migliore.

Zanabdul è una figura commovente: in parte Zanni, l’antico Arlecchino – il servitore – e in parte Abdul l’immigrato. I due personaggi coesistono e diventano un’unico personaggio globale che parla italiano, con qualche parola in arabo e francese perchè si sposta, viaggia, emigra… e racconta la realtà della migrazione con la sua altalena di sofferenze e speranze.               Momenti di umorismo e comicità si alternano ad altri più drammatici, combinando realismo ed immaginazione. Gli eventi si intrecciano e a volte si sovrappongono ad alcuni flash back sull’emigrazione italiana dei secoli scorsi, rendendo evidenti le analogie tra le migrazioni in ogni parte del mondo..

Nel corso dello spettacolo può capitare così che un marocchino parli in veneto, o che un italiano canti in arabo, sottolineando ironicamente e un po’forzatamente ciò che nella realtà sta succedendo veramente soprattutto tra le nuove generazioni, che passano senza problemi dalla pizza al kebab e mescolano, a volte inconsapevolmente, radici culturali diverse.

Il Viaggio di Zanabdul ha vinto nel dicembre 2019 la 3^edizione del Nourmina International Festival of Professional Theatre di Ben Guerir in Marocco, che ha visto la partecipazione di gruppi provenienti da Marocco, Egitto, Tunisia ed Italia, facendo incetta di Premi: Miglior Spettacolo, Miglior Attore Protagonista, Miglior Regia. Un successo espresso all’unanimità da una giuria internazionale composta da importanti attori e registi provenienti da Marocco, Egitto, Belgio e Quatar.

I commenti sono chiusi.